Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 16 ore fa S. Chiara da Montefalco

Date rapide

Oggi: 17 agosto

Ieri: 16 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Positano NotiziePositano Notizie Costiera Amalfitana

La rivista on line della Costiera Amalfitana

Marilù Moda Positano sapori e colori della Costa d'Amalfi, gusto, stile ed eleganza made in Positano Ravello Festival edizione 2018, il fascino della cultura in Costa d'Amalfi Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi

Positano Notizie

Marilù Moda Positano sapori e colori della Costa d'Amalfi, gusto, stile ed eleganza made in Positano Ravello Festival edizione 2018, il fascino della cultura in Costa d'Amalfi Pasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi

Tu sei qui: Storia e StorieMontepertuso: iniziano i festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie / Foto Fabio Fusco

Storia e Storie

Il bene che vince sul male, la leggenda di Montepertuso

Montepertuso: iniziano i festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie / Foto Fabio Fusco

Tra mito e leggenda il programma dei festeggiamenti alla Vergine protettrice della piccola frazione di Positano

Scritto da (mariaabate), domenica 1 luglio 2018 12:00:17

Ultimo aggiornamento domenica 1 luglio 2018 19:36:54

La chiesa parrocchiale sorge su un'altura al centro della frazione ed è dedicata alla Madonna delle Grazie. Di essa sappiamo che certamente esisteva intorno alla metà del XVI secolo quando, spopolatosi il villaggio a causa di una forte emigrazione degli abitanti del luogo, rimase abbandonata e cadde in rovina.

La sua rinascita si deve a Giacomo e Vincenzo Casola, rispettivamente figlio e padre, originari di Positano ma abitanti a Napoli. In ogni caso il tempio che ne risultò non doveva essere l'attuale, che verosimilmente risale a un periodo tra la fine del XVIII e gli inizi del XIX secolo, essendo stato consacrato - secondo lo storico Errico Talamo - da Mons. Silvestro Miccù, arcivescovo di Amalfi dal 1804 al 1830.

Particolarmente seguita dai fedeli della parrocchia, ma anche da devoti di Positano e dei paesi vicini, è la rievocazione della "Leggenda di Montepertuso" che viene rappresentata la sera del 2 luglio di ogni anno.

Un'antica tradizione vuole che nel VI secolo d.C. nell'attuale frazione Montepertuso di Positano vivessero pochi abitanti giunti dall'Oriente. Essi abitavano nelle grotte dei monti circostanti e si cibavano di selvaggina. Vestivano della pelle degli animali che catturavano nelle foreste viciniori.

Una notte furono svegliati da forti tuoni. Usciti dai loro rifugi, rimasero senza parola dinanzi ad uno spettacolo inaudito: una luce bianca con al centro una figura apparve nel monte. Una ragazza fu per prima avvolta da quella luce e udì una voce che con tono materno le disse: «Non aver più paura, ildemonio è stato maledetto ed i suoi sforzi contro questo monte sono finiti, perché distrutto è lo spirito maligno. Resti del suo corpo a forma di serpente si trovano all'altro versante della roccia viva. Vieni dunque con me e accompagnami sulla collina della selva Santa, ove ci fermeremo per sempre».

Su quella collina, oggi non più selva, sorge il tempio dedicato alla Vergine delle Grazie; di fronte, il monte, forato dal dito della Madonna che dà il nome alla frazione. Sull'altro versante della montagna la fede popolare vede ancora oggi impresse nella roccia le tracce della sconfitta del maligno.

Ecco il programma dei festeggiamenti 2018 dedicati alla Madonna delle Grazie:

Galleria Fotografica

Galleria Video

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

Storia e Storie

Quando i Saraceni sbarcarono a Positano, era il 14 agosto e la Madonna Nera disse: “Posa, Posa!”

Nell'alto Medioevo, in un periodo oscuro della storia di Positano e della quale, oggi, poco o nulla sappiamo, un'antica tavola raffigurante una Madonna Bizantina giunse sul litorale. Da chi e quando vi fu portata, non è chiaro. Ma intorno a questo quadro, che ancora intatto si conserva nella chiesa del...

Storia e Storie

Marilù Positano: lo stile, l'eleganza e la raffinatezza come simboli distintivi del made in Amalfi Coast

Tutto inizia negli anni Settanta, in una piccola bottega sulla spiaggia di Positano un tempo adibita a ricovero invernale per le barche. È qui che una ragazza di vent'anni, affascinata dai colori e dalle forme che in quegli anni erano in continuo cambiamento, inizia a realizzare uno stile nuovo, diverso...

Storia e Storie

Chiesa Madre, come ogni anno i fedeli si attivano per la pulizia delle cupola

Come ogni anno, in occasione della festa dell'Assunta che si tiene il 15 agosto, un manipolo di fedeli, allenati e coraggiosi, si sono attivati per la pulizia di uno dei simboli della bellezza di Positano: la Cupola della Chiesa Madre. Amore per la propria città e tanta devozione alla base di questo...

Storia e Storie

Sal De Riso Costa d’Amalfi, un marchio registrato sinonimo di qualità

Sono trascorsi già due anni dall'inaugurazione dell'unico punto vendita a Minori delle specialità dolciarie del Maestro Pasticcere Sal De Riso: uno spazio polifunzionale di circa 250 metri quadrati, capaci di esprimere a tuttotondo il mondo di Sal De Riso. Un trentennio di successi che hanno contribuito...

Villa Mary Charming Bed & Breakfast - Liparlati - Positano - Amalficoast - Costiera Amalfitana Umberto Carro Fashion Store Positano Ristorante Bistrot louge bar La Brezza Net Art Cafe La cultura in Costiera Amalfitana passa per il Ravello Festival edizione 2018 Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana