Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Enrico imperatore 'Il pio'

Date rapide

Oggi: 13 luglio

Ieri: 12 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Ravello Festival 2024 - dal 30 giugno al 25 agosto la 72esima edizione del Festival della Musica in Costa d'Amalfi

Positano Notizie Costiera Amalfitana

Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana

Positano Notizie - Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliIl San Pietro di Positano è uno degli alberghi più iconici della Costa d'Amalfi. Ospitalità di Lusso e Charme a PositanoCeramica Assunta augura da Positano buone feste a tutti i nostri lettori. Acquista on line le creazioni artigianali "Made in Amalficoast"Profumo di limoni nella Pasticceria del Maestro Sal De Riso. Da più di 25 anni la torta ricotta e pere è la più amata d'Italia Connectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi GM Engineering srl, sicurezza, lavoro, ingegneriaMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: CronacaAssolta dai maltrattamenti la maestra di Amalfi condannata civilmente per le sole lesioni colpose

Villa Mary Charming Bed & Breakfast - Liparlati - Positano - Amalficoast - Costiera AmalfitanaPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationVilla Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyZia Pupetta Suites in Costiera Amalfitana: un esclusivo Bed & Breakfast di Charme in piazza Duomo ad AmalfiAmalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Umberto Carro Fashion Store Positano Ceramica Assunta Positano - dal 1948 le ceramiche positanesi

Cronaca

Amalfi, costiera amalfitana, cronaca, condanna

Assolta dai maltrattamenti la maestra di Amalfi condannata civilmente per le sole lesioni colpose

Era il 2015, quando i genitori della bambina denunciarono ai carabinieri di Amalfi i comportamenti vessatori e molesti che la loro figlia, che all’epoca aveva 10 anni, era costretta a subire durante le ore scolastiche

Inserito da (PNo Editorial Board), lunedì 20 maggio 2024 19:03:00

Una maestra di Amalfi è stata condannata a risarcire una sua ex alunna per lesioni colpose. Lo rivela "Il Mattino" in un articolo a firma di Petronilla Carillo.

Era il 2015, quando i genitori della bambina denunciarono ai Carabinieri di Amalfi i comportamenti vessatori e molesti che la loro figlia, che all'epoca aveva 10 anni, era costretta a subire durante le ore scolastiche all'Istituto Comprensivo "Gerardo Sasso".

La situazione raggiunse un punto critico quando, dopo l'ennesima umiliazione, l'alunna decise di rivolgersi al preside, già informato dai genitori sui presunti maltrattamenti. Il preside aveva già richiamato l'insegnante, avviando un procedimento disciplinare culminato con una sospensione dal servizio per un giorno.

L'episodio che scatenò la denuncia avvenne quando la bambina chiese alla maestra di andare in bagno, un permesso ripetutamente negato. Decisa a non sopportare oltre, la piccola si alzò per uscire, ma la maestra le afferrò il braccio strattonandola e spintonandola affinché si risedesse, vietandole - senza motivo apparente - di andare in bagno.

Nonostante un certificato medico attestasse le contusioni subite dalla bambina, il pubblico ministero nel 2016 chiese l'archiviazione per mancanza di prove.

La difesa dell'alunna, rappresentata dall'avvocato e professore Giuseppe Della Monica, si oppose alla richiesta, ottenendo un supplemento di indagine.

Nonostante una seconda richiesta di archiviazione, la difesa riuscì a far formulare l'imputazione per maltrattamenti e lesioni.

All'udienza del 25 novembre 2019, al termine di un giudizio dibattimentale caratterizzato dall'escussione di molti testimoni, durato oltre due anni, il giudice pronunciò l'assoluzione della maestra, difesa dagli avvocati Francesco Gargano e Arturo Frojo, ritenendo insussistente il reato di maltrattamenti ed escludendo che il certificato medico potesse confermare le lesioni subite.

Il giudice di primo grado, pur riconoscendo la capacità testimoniale della bambina e l'assenza di condizionamenti familiari, concluse che la minore non era credibile.

A seguito della pronuncia di assoluzione, la difesa presentò richiesta di appello agli effetti penali sia alla Procura della Repubblica che alla Procura Generale della Repubblica, che però decisero di non procedere con l'impugnazione.

Di conseguenza, la difesa della parte civile propose appello ai soli effetti civili, sottolineando l'innegabile credibilità della bambina, l'assenza di finalità calunniatorie e la veridicità di quanto riferito.

Ad oggi, dopo una battaglia lunga quasi 10 anni, la Corte di Appello di Salerno, ha confermato l'assoluzione della maestra per i reati di maltrattamenti e lesioni personali, ma ha riformato parzialmente la sentenza ai soli fini civilistici, derubricando il reato di lesioni volontarie in lesioni colpose (ex art. 590 cp).

L'insegnante, quindi, dovrà risarcire l'ex alunna per lesioni colpose, da liquidarsi in separato giudizio civile, e provvedere al pagamento delle spese processuali per entrambi i gradi di giudizio, quantificate in circa 5mila euro oltre IVA e cassa.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Positano Notizie!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie di Positano Notizie, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Palazzo di Giustizia<br />&copy; Massimiliano D'Uva Palazzo di Giustizia © Massimiliano D'Uva

rank: 109735107

Cronaca

Fisciano, sequestrata industria di lavorazione gas: messi in sicurezza gli impianti di lavorazione

Nel rispetto della presunzione di innocenza e fermo restando che eventuali giudizi di responsabilità potranno conseguire solamente a pronunciamenti irrevocabili, si rende noto che i militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Mercato San Severino, coadiuvati da personale del Nucleo CC Ispettorato Lavoro...

Fucili clandestini in casa a Vico Equense: arrestato 66enne

I carabinieri della stazione di Vico Equense hanno arrestato per detenzione di arma clandestina un 66enne del posto già noto alle forze dell'ordine. Durante una perquisizione, i militari hanno rinvenuto un fucile da caccia calibro 20, con matricola brasa, una carabina calibro 45 e 20 cartucce calibro...

Rapine con narcotizzazione, furti di auto e truffe agli anziani: a Salerno smantellata associazione per delinquere

In data odierna, ufficiali di Polizia Giudiziaria in servizio presso la Stazione Salerno Duomo della Compagnia Carabinieri di Salerno hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione delle misure cautelari della custodia in carcere, degli arresti domiciliari e del divieto di dimora emessa dal GIP...

Bracigliano, auto in fiamme all'interno di un garage

Intorno alle 8:15 alla Sala Operativa dei Vigili del Fuoco è giunta una richiesta d'intervento per un'auto in fiamme all'interno di un locale adibito a garage a Bracigliano. Sul posto i caschi rossi intervenuti da Sarno e Mercato San Severino, con l'ausilio di un'autobotte da Salerno, in quanto la struttura...

Incidente nella notte tra Erchie e Maiori: auto ribaltata e conducente in ospedale

Poco dopo la mezzanotte, si è verificato un incidente stradale lungo la SS 163 Amalfitana, nel tratto tra Erchie e Maiori. Per cause ancora da accertare, come scrive Il Vescovado, un'automobile in transito si è ribaltata, intrappolando il conducente tra le lamiere del veicolo. I vigili del fuoco del...