Positano Notizie - Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Positano Notizie - Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Rita da Cascia

Date rapide

Oggi: 22 maggio

Ieri: 21 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Positano Notizie Costiera Amalfitana

Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana

Positano Notizie - Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana

Pasticceria Pansa, una dolce storia lunga due secoliIl San Pietro di Positano è uno degli alberghi più iconici della Costa d'Amalfi. Ospitalità di Lusso e Charme a PositanoCeramica Assunta augura da Positano buone feste a tutti i nostri lettori. Acquista on line le creazioni artigianali "Made in Amalficoast"Profumo di limoni nella Pasticceria del Maestro Sal De Riso. Da più di 25 anni la torta ricotta e pere è la più amata d'Italia Connectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Amalfi Coast officialHotel Santa Caterina Amalfi GM Engineering srl, sicurezza, lavoro, ingegneriaMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: Salute e BenessereBergamo, padre dona un polmone al figlio di cinque anni: il piccolo sta bene ed è stato dimesso

Villa Mary Charming Bed & Breakfast - Liparlati - Positano - Amalficoast - Costiera AmalfitanaPalazzo don Salvatore Amalfi, Costiera Amalfitana, Dimore storiche, Exclusive AccommodationVilla Romana Hotel & SPA Minori Amalfi Coast ItalyZia Pupetta Suites in Costiera Amalfitana: un esclusivo Bed & Breakfast di Charme in piazza Duomo ad AmalfiAmalfi Boats Costiera Amalfitana, Charter, Noleggio imbarcazioni, Luxury Boats, Positano, Li Galli, Capri, EscursioniPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Umberto Carro Fashion Store Positano Ceramica Assunta Positano - dal 1948 le ceramiche positanesi

Salute e Benessere

Bergamo, trapianto, polmone, padre, figlio, sanità

Bergamo, padre dona un polmone al figlio di cinque anni: il piccolo sta bene ed è stato dimesso

Il trapianto di polmone da donatore vivente, il primo in Italia per questo organo, era stato eseguito martedì 17 gennaio al Papa Giovanni XXIII di Bergamo

Inserito da (Redazione Costa d'Amalfi), martedì 28 febbraio 2023 07:43:46

E' stato dimesso la scorsa settimana il bambino che è tornato a respirare grazie al polmone donato dal padre, a poco più di un mese dall'intervento. Il trapianto di polmone da donatore vivente, il primo in Italia per questo organo, era stato eseguito martedì 17 gennaio al Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Il donatore di polmone si chiama Ánduel. È un uomo albanese di 34 anni ed è il padre del figlio di 5 anni che chiameremo "Mario", dal nome del personaggio dei videogiochi "Super Mario Bros." di cui è appassionato. La moglie Ornéla ha oggi 35 anni da poco compiuti. Nell'estate 2018 si è trasferita in Italia, insieme al bambino di un anno di età. Pochi mesi dopo il loro arrivo, li ha raggiunti papà Ánduel, dopo aver lasciato il lavoro di ingegnere edile in Albania.

La diagnosi di malattia e l'indicazione al trapianto

L'anno successivo al loro arrivo in Italia i genitori di Mario portano il figlio all'ospedale Meyer di Firenze per alcuni segnali di malessere. Dopo gli esami, arriva la diagnosi di talassemia o anemia mediterranea, una patologia del sangue. Nell'estate del 2021 si rende necessario un trapianto di midollo. Nonostante la buona riuscita del trapianto, proprio questa donazione del midollo dal padre, con conseguente "trasferimento" del sistema immunitario del genitore sul figlio, genera la cosiddetta malattia da trapianto contro l'ospite (Graft versus Host Disease, GvHD), una grave complicanza che si osserva nei pazienti sottoposti a trapianto allogenico. Si tratta di una complessa reazione immunitaria, dove le cellule trapiantate provenienti dal donatore "attaccano" gli organi e i tessuti del ricevente, che il nuovo sistema immunitario non riesce a riconoscere come propri. Questa malattia danneggia i polmoni al punto che il bambino stava perdendo completamente la capacità di respirare in modo autonomo. Per lui non rimane alcuna speranza di sopravvivere, se non quella di un trapianto di polmoni. Nell'autunno del 2022 gli specialisti dell'ospedale Meyer di Firenze contattano il Papa Giovanni XXIII di Bergamo per valutare ed eventualmente inserire il bambino in lista per il trapianto di polmone.

La fase pre-trapianto e l'intervento

Il 1° dicembre 2022 la famiglia arriva a Bergamo. Il bimbo è ricoverato nel reparto di Pediatria, diretta daLorenzo D'Antiga, che all'ospedale bergamasco è Direttore del Dipartimento percorsi pediatrici integrati. Ad accogliere Mario è la sezione di Epatologia e Gastroenterologia pediatrica e dei trapianti, specializzata nella gestione del paziente pediatrico sottoposto a trapianto per qualsiasi organo solido, fatta eccezione per il cuore che viene gestito in apposito reparto. Il bambino ha bisogno continuativo di ossigeno ad alti flussi, cioè di un sistema di assistenza respiratoria non invasiva, gestito anche grazie all'esperienza maturata dal personale infermieristico durante il periodo pandemico.

Durante la discussione del team multidisciplinare dei trapianti pediatrici, Michele Colledan, direttore del Dipartimento di insufficienza d'organo e trapianti e dell'Unità di Chirurgia generale 3 - trapianti addominali e professore di Chirurgia all'Università di Milano-Bicocca, mette in evidenza l'enorme vantaggio rappresentato da un trapianto con un organo donato dal padre, che ha già donato il midollo e quindi trasferito la sua immunità al figlio. Questo avrebbe eliminato il rischio di rigetto. Nonostante al Papa Giovanni questa strategia sia stata già adottata per il trapianto di fegato, nel caso del polmone tale intervento non era mai stato fatto in Italia ed aveva pochissimi precedenti in Europa, a causa della grande difficoltà tecnica e della rarità di tale situazione. Dopo dettagliata discussione e disanima di tutti gli aspetti, tutto il team concorda per questo tipo di approccio.

I genitori di Mario non attendono neanche un istante e si dicono immediatamente pronti a fare tutto il necessario pur di salvare la vita al figlio. Il padre del bambino viene quindi seguito dalla Pneumologia, che offre la propria consulenza al team trapianti in vista della preparazione dell'intervento sul padre. Il direttore Fabiano Di Marco, professore di Malattie dell'apparato respiratorio all'Università degli studi di Milano, e la sua équipe valutano il padre-donatore a livello funzionale, clinico e di imaging.

Durante tutto il periodo la famiglia è stata accolta in uno degli appartamenti gestiti dall'Associazione Amici della Pediatria ETS ODV, che mette a disposizione volontari per le necessità delle famiglie che hanno bambini ricoverati per periodi medio-lunghi. La famiglia trascorre il Natale all'ospedale di Bergamo. Il 30 dicembre la famiglia lascia Bergamo ed il Papa Giovanni XXIII in attesa di essere richiamata per l'intervento.

Il trapianto viene eseguito martedì 17 gennaio 2023 in due sale chirurgiche adiacenti, che lavorarono in parallelo. L'intervento è guidato e coordinato da Michele Colledan, che effettua il trapianto sul bambino, mentre Alessandro Lucianetti, direttore della Chirurgia generale 1 - addominale toracica, esegue il prelievo del lobo polmonare destro dal padre donatore.

Il decorso post-intervento e le dimissioni del bambino
Subito dopo l'intervento il padre è ricoverato in prima giornata nella Terapia intensiva adulti, diretta da Fabrizio Fabretti. Al suo risveglio dalla sedazione il signor Anduel chiede subito alla moglie notizie sullo stato di salute del figlio. Visto il decorso regolare viene trasferito in degenza in Chirurgia 3 - trapianti addominali, diretta da Michele Colledan, per essere dimesso dopo circa una settimana.

Il bambino viene ricoverato per due settimane nella Terapia intensiva pediatrica guidata da Ezio Bonanomi, una struttura tra le più grandi in Italia per posti letto dedicati in via esclusiva al paziente in età pediatrica e specializzata nella gestione del bambino critico, anche nelle fasi successive al trapianto. Al suo arrivo in Rianimazione è ancora attaccato al sistema di circolazione extracorporea ECMO (ExtraCorporeal Membrane Oxygenation) utilizzato per l'intervento. Otto giorni dopo il trapianto Mario raggiunge l'autonomia respiratoria con sospensione della ventilazione invasiva. Una volta sospesa la sedazione la madre ha la possibilità di rimanere accanto al figlio giorno e notte. Il papà ha potuto rivedere il figlio dopo circa una settimana, cioè dopo essersi ristabilito dall'intervento.

Il bimbo viene trasferito in degenza ordinaria il 1° febbraio in Pediatria, nello stesso reparto che lo ha seguito a dicembre. Si trova in ottime condizioni generali. Mario ricomincia le sue normali attività senza bisogno di alcun sostegno respiratorio, grazie al suo nuovo polmone donato dal padre, perfettamente funzionante. I genitori hanno potuto essere presenti in camera ad assistere il bambino per tutto il periodo della degenza. Le dimissioni del bambino arrivano martedì 21 febbraio, a poco più di un mese dall'intervento. Mario resterà per qualche tempo a Bergamo per sottoporsi ai controlli post-trapianto. Poi potrà tornare a casa e ricominciare una vita normale.

Maria Beatrice Stasi, Direttore generale ASST Papa Giovanni XXIII: "Un lavoro di equipe in cui molti operatori in perfetta armonia e condivisione hanno raggiunto un risultato che conferma l'Ospedale Papa Giovanni di Bergamo tra le strutture di eccellenza sui trapianti a livello nazionale e non solo. Desidero rivolgere un pensiero affettuoso al piccolo ‘Mario' e alla sua famiglia augurando una vita piena e gioiosa. Credo che qui abbiamo fatto una cosa ‘grande', che gratifica di tanto impegno e sacrifici il nostro personale e mostra nella sua forma più bella la dedizione ai pazienti del nostro Servizio Sanitario".

Fabio Pezzoli, Direttore sanitario ASST Papa Giovanni XXIII: "Vedere un bambino tornare a respirare autonomamente dopo un trapianto e vederlo uscire dall'ospedale è ciò che rende il nostro lavoro davvero unico. È significativo che ciò sia avvenuto proprio a Bergamo, a tre anni esatti dallo scoppio di una pandemia che ha tolto il respiro a tanti nostri cari. Quello di Mario è certo un caso particolare, avendo ricevuto un dono speciale da suo padre vivente. Ma la sua storia è la testimonianza di quanto sia importante scegliere di donare i propri organi dopo la morte. Questo ha permesso ai nostri professionisti, nel corso di un'attività quasi quarantennale, di trasformare il dolore di una perdita in una possibilità di cura per migliaia di bambini ed adulti che non avevano alternative terapeutiche e in una possibilità di salvare vite umane".

(foto di repertorio)

Leggi anche:

Papà dona polmone a figlio, è il primo trapianto da vivente in Italia

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Positano Notizie!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie di Positano Notizie, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

Bergamo, padre dona un polmone al figlio di cinque anni: il piccolo sta bene ed è stato dimesso
Bergamo, padre dona un polmone al figlio di cinque anni: il piccolo sta bene ed è stato dimesso

rank: 10725108

Salute e Benessere

Sos personale in Chirurgia d'Urgenza al Ruggi di Salerno: la denuncia della Nursind provinciale

Il Nursind Salerno segnala una situazione critica e insostenibile presso Chirurgia d'Urgenza dell'ospedale di Salerno, dovuta alla grave carenza di personale infermieristico e operatori socio sanitari. Numerose segnalazioni pervenute evidenziano un deficit significativo che sta mettendo a rischio la...

Sanità, a Nola inaugurata l’unica struttura in Italia di Cardiologia robotica

Prosegue lo sforzo di ammodernamento tecnologico di tutte le strutture sanitarie della nostra Regione. All'ospedale Santa Maria della Pietà di Nola è stata inaugurata l'unica struttura in Italia di Cardiologia robotica, per trattamenti avanzati rivolti a pazienti affetti da disturbi del ritmo cardiaco....

Ospedale di Sorrento: inaugurato il reparto di rianimazione e terapia intensiva

Dopo circa un anno e mezzo, riapre all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Sorrento il reparto di rianimazione e terapia intensiva. La cerimonia si è tenuta questa mattina alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, del sindaco di Sorrento, Massimo Coppola...

Ospedale di Salerno, 5 mesi di attesa per una visita specialistica: la denuncia di Mario Polichetti (Uil Fpl)

Cinque mesi di attesa per una visita specialistica di Isteroscopia all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno. Mario Polichetti, sindacalista della Uil Fpl provinciale e primario del reparto di Gravidanza a Rischio presso l'ospedale salernitano, lancia un grido d'allarme sulle lunghe...

Ilenia diventa mamma dopo sei aborti: grande gioia nel Cilento

Ilenia Bevilacqua, 35 anni, e suo marito Massimo Botti di Ogliastro Cilento sono da poco diventati genitori del piccolo Leonardo. Dopo aver affrontato sei aborti, di cui l'ultimo doloroso avvenuto al quinto mese di gravidanza, Ilenia si è rivolta al dottor Raffaele Petta. Grazie a approfonditi esami,...

Positano Notizie - Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.