Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Orsola martire

Date rapide

Oggi: 21 ottobre

Ieri: 20 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Positano Notizie - La rivista on line della Costiera AmalfitanaPositano Notizie Costiera Amalfitana

La rivista on line della Costiera Amalfitana

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Marilù Moda Positano sapori e colori della Costa d'Amalfi, gusto, stile ed eleganza made in PositanoPasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi

Positano Notizie

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Marilù Moda Positano sapori e colori della Costa d'Amalfi, gusto, stile ed eleganza made in PositanoPasticceria Andrea Pansa dal 1830 addolcisce la Costa d'Amalfi

Tu sei qui: Storia e StoriePositano: il "pertuso" di Montepertuso e la scommessa tra il Diavolo e la Madonna

Storia e Storie

Montepertuso, Positano

Positano: il "pertuso" di Montepertuso e la scommessa tra il Diavolo e la Madonna

tra storia, religione e leggenda

Scritto da (admin), sabato 21 aprile 2018 12:02:33

Ultimo aggiornamento mercoledì 3 ottobre 2018 10:17:56

Meta ideale per coloro che desiderano dedicarsi al trekking in Costa d'Amalfi, la frazione di Montepertuso è situata nella parte alta di Positano, raggiungibile attraverso una strada carrabile che si inerpica su per la collina, e prende il nome dal buco (in dialetto "pertuso") che caratterizza la cima che domina il paesaggio.

Quel buco è al centro di una leggenda che sfocia nel sacro. Si dice che a bucare il monte sia stato il dito indice della Vergine Maria. Il demonio, deciso a sfidarla, tentò di bucare la montagna con le sue mani per dimostrare la propria forza, senza successo. Fu allora che la Madonna, impietosita, sfiorò col dito il monte che si sgretolò immediatemente. Sconfitto, il diavolo precipitò sulle rocce dove, secondo alcuni, ancora oggi, è visibile una gigantesca orma impressa nella pietra.

Gli antichi abitanti del Montepertuso furono svegliati nel cuore della notte da tuoni e rumori fortissimi. Usciti dai propri rifugi, vennero abbagliati da una luce bianca con al centro una figura. Era la Vergine. In particolare, una ragazza fu avvolta da quella luce e udì una voce che con tono materno le disse: «Non aver più paura, il demonio è stato maledetto ed i suoi sforzi contro questo monte sono finiti, perché distrutto è lo spirito maligno. Resti del suo corpo a forma di serpente si trovano all'altro versante della roccia viva. Vieni dunque con me e accompagnami sulla collina della selva Santa, ove ci fermeremo per sempre».

Su quella collina, oggi sorge il tempio dedicato alla Vergine delle Grazie, con di fronte il monte forato dalla Vergine Madre che dà il nome alla frazione. Sull'altro versante della montagna sono ancora impresse nella roccia le tracce della sconfitta del maligno. Ancora oggi, ogni 2 luglio, i fedeli della parrocchia di Santa Maria delle Grazie, ma anche i devoti di Positano e dei paesi vicini, celebrano quell'evento con la rievocazione della "Leggenda di Montepertuso". Un impianto illuminotecnico circonda il buco della montagna, creando giochi di luci con colori diversi (bianco, rosso e verde) mentre in sottofondo una voce rievoca l'antica storia. E proprio dal buco della montagna parte la processione che arriva fino alla Chiesa della piccola frazione dedicata alla Madonna delle Grazie.

Foto: Fabio Fusco

Leggi anche:

La luna che si scorge dal buco del Paipo: Fabio Fusco affascina con lo scatto perfetto

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Storia e Storie

Romolo Ercolino presenta "Positano Sacra": Testimonianze di Fede e Arte nella Città Verticale / Video

A distanza di quasi dieci anni dal primo volume "Positano. La città verticale" torna il professor Romolo Ercolino con un'appassionante ricerca sulle testimonianze ecclesiali di Positano, con i suoi itinerari di fede e di arte: "Positano Sacra" Testimonianze di Fede e Arte nella Città Verticale. La presentazione...

Storia e Storie

Essad Bey: l’ebreo arabo che visse a Positano. Se ne parla martedì alla Biblioteca comunale di Amalfi

Figura complessa quella di Essad Bey, l'ebreo arabo che nel 1938 si trasferì a Positano dopo la fuga da Baku. Nato da una ricca famiglia di petrolieri di origini russe emigrata nel Caucaso a fine ‘800 a causa delle sommosse antisemite zariste (i cosiddetti "pogrom"), Lev Abramovic Nussimbaum - questo...

Storia e Storie

Premio Furore di Giornalismo per Emiliano Amato, direttore de Il Vescovado

Non si è ancora spenta l'eco dei positivi, entusiastici commenti sulla soddisfacente riuscita della 22esima edizione del Premio Furore di Giornalismo, svoltasi sabato scorso nella Chiesa di Santa Marta della Pietà. La serata organizzata dall'Università Popolare Terra Furoris su incarico del Comune di...

Storia e Storie

Entro il 2100, Costiera Amalfitana a rischio insieme ad altri siti Unesco /elenco completo

Area di straordinaria bellezza fisica e diversità naturale, la Costiera amalfitana è stata intensamente colonizzata dalle comunità umane sin dal primo medioevo, ma già nel 2100 i suoi tredici borghi potrebbero essere in grave pericolo se il livello del mare continua a salire. A rivelarlo un gruppo di...

Il sito web ufficiale della Chiesa di Positano dedicata a Santa Maria AssuntaHertz Sorrento Coast Autonoleggio, noleggio auto, noleggio auto con conducente 0818071646Villa Mary Charming Bed & Breakfast - Liparlati - Positano - Amalficoast - Costiera AmalfitanaUmberto Carro Fashion Store Positano Ristorante Bistrot louge bar La Brezza Net Art CafeSal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana