Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Onofrio anacoreta

Date rapide

Oggi: 12 giugno

Ieri: 11 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Positano Notizie - Il portale on line di Positano e della Costiera AmalfitanaPositano Notizie Costiera Amalfitana

Il portale on line di Positano e della Costiera Amalfitana

Dal 1830 la pasticceria Pansa di Amalfi rende più dolci le nostre giornate. Connectivia è il tuo partner per la fibra con connessioni a partire da euro 22,90 al mese Il San Pietro di Positano, Albergo esclusivo in Costiera Amalfitana con vista sulla città verticale, Positano Luxury Accommodation Authentic Amalficoast, il portale che racconta tutto il bello della Costa d'AmalfiMielePiù, la scelta infinita - Atripalda e Salerno, 8000mq di esposizione con Vendita Arredo Bagno, leader in CampaniaGenea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energeticaSal De Riso Shop il nuovo portale con tutta la dolcezza del Maestro Pasticciere più amato d'Italia a portata di clickGranato Caffè tutto il gusto del caffè espresso Napoletano - vendita e assistenza diretta in Costiera AmalfitanaContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamento

Positano Notizie

Dal 1830 la pasticceria Pansa di Amalfi rende più dolci le nostre giornate. Connectivia è il tuo partner per la fibra con connessioni a partire da euro 22,90 al mese Il San Pietro di Positano, Albergo esclusivo in Costiera Amalfitana con vista sulla città verticale, Positano Luxury Accommodation Authentic Amalficoast, il portale che racconta tutto il bello della Costa d'AmalfiMielePiù, la scelta infinita - Atripalda e Salerno, 8000mq di esposizione con Vendita Arredo Bagno, leader in CampaniaGenea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energeticaSal De Riso Shop il nuovo portale con tutta la dolcezza del Maestro Pasticciere più amato d'Italia a portata di clickGranato Caffè tutto il gusto del caffè espresso Napoletano - vendita e assistenza diretta in Costiera AmalfitanaContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamento

Tu sei qui: Territorio e AmbienteCrollo cartiera abbandonata a Minori, interviene APCA: «La burocrazia dei divieti non tutela vecchi edifici»

Territorio e Ambiente

Maiori, costiera amalfitana, crollo, cartiera, burocrazia, APCA

Crollo cartiera abbandonata a Minori, interviene APCA: «La burocrazia dei divieti non tutela vecchi edifici»

L’APCA esorta ad abolire le lungaggini burocratiche e svecchiare il PUT, che talvolta rappresentano soltanto ostacoli alla tutela dell'equilibrio tra paesaggio naturale ed intervento antropico

Scritto da (Maria Abate), venerdì 18 dicembre 2020 16:31:00

Ultimo aggiornamento venerdì 18 dicembre 2020 16:33:22

L'APCA - Associazione professionisti Costiera amalfitana è intervenuta in merito al crollo che lo scorso 14 dicembre ha interessato parte della cartiera abbandonata di Minori. Di seguito il testo integrale del suo appello, che esorta ad abolire le lungaggini burocratiche e svecchiare il PUT, che talvolta rappresentano soltanto ostacoli alla tutela dell'equilibrio tra paesaggio naturale ed intervento antropico.

"FATE PRESTO: per salvare chi è ancora vivo, per aiutare chi non ha più nulla". Questo il titolo del Mattino a tre giorni dal terremoto che il 23 novembre 1980 sconvolse l'intera Campania portando morte e distruzione e che cambiò per sempre la vita di intere popolazioni modificandone il volto in maniera permanente e spesso in maniera "anonima" affidandosi completamente a scatole di cemento armato senza alcuna identità.

Poco meno di un mese fa abbiamo ricordato i quarant'anni di questo terribile avvenimento che per pura casualità avviene a circa un mese di distanza da un altro triste anniversario qui in costiera: l'alluvione che tra il 20 ed il 22 dicembre dello scorso anno provocò in costiera il crollo di numerosi terrazzamenti e la paralisi della viabilità che portò all'isolamento i comuni costieri per mesi.

Scene di distruzioni simili a quelle viste per il terremoto dell'ottanta si videro in costiera: interi versanti sfigurati, costruzioni millenarie distrutte e perdute irrimediabilmente.

Perché, vi starete chiedendo, siamo qui ad accostare anniversari che molti potrebbero vedere così diversi fra loro?

Perché a riportare questi anniversari al tempo presente è uno degli ultimi articoli del Mattino del 14 dicembre che titola "Paura in Costiera Amalfitana: crolla una vecchia cartiera a Minori".

Ed allora, conoscendo entrambi questi anniversari e dandogli valore io avrei intitolato l'articolo del Mattino in questo modo: FATE PRESTO: la costiera amalfitana crolla ancora! Vittima di una politica miope e disomogenea.

Perché purtroppo la causa di questo terremoto che da decenni sta interessando la costiera e la sta distruggendo non è una causa naturale ma ha un nome unico: BUROCRAZIA.

Tra i principali imputati vi è:

  • L'ormai obsoleto Piano Urbanistico Territoriale nato nel 1987 (ma concepito quasi 10 anni prima!) e che da allora ancora vige in costiera inalterato nato dall'idea antiquata che la tutela del paesaggio si ottiene vietando qualunque tipo di intervento antropico!
  • L'Autorità di Bacino, nell'illuminata esigenza di salvaguardare la vita umana, di fatto vieta ogni forma di recupero in aree ad elevato rischio, eppur esiste già una norma "ad hoc" per l'industria balneare. Ben venga il Progetto Pilota a Minori in Costiera Amalfitana per mitigare il rischio idrogeologico, ma deve essere l'occasione per evolvere in una normativa non di divieti ma volta alla convivenza con il rischio idrogeologico.
  • La Soprintendenza di Salerno, chiusa negli ultimi anni in una sempre più accesa caccia alle streghe nella sempre più ferrea negazione di qualunque tipo di intervento edilizio bloccando di fatto la tutela del paesaggio ed agevolando (esasperando) esclusivamente la politica dell'abuso.

Vi è stata e vi è una ultradecennale noncuranza da parte della classe politica, delle nostre origini e della nostra storia, che va dall'agricoltura all'industria, con la non concreta valorizzazione dei terrazzamenti e degli edifici protoindustrali che risalgono al medioevo.

Ecco dunque elencate le concause che generano l'abbandono e il naturale crollo delle antiche cartiere tipo quella di alcuni giorni fa a Minori: un gioiello di architettura industriale andato in parte perduto per sempre!

La vocazione originaria delle "Cartiere", tranne qualche caso sporadico e di nicchia, ormai non più economicamente sostenibile. L'attuale piano normativo di fatto rende impossibile, tra l'altro, qualunque tipo di cambio di destinazione d'uso degli immobili vincolandoli per sempre alla loro destinazione originaria. Ed allora gli edifici protoindustriali, in quest'epoca obsoleti ed antieconomici, ma con architetture eleganti e armoniose, fissati nel paesaggio come punto di riferimento dei viaggiatori del GRAN TOUR, sono inesorabilmente destinati a crollare condannati da un sistema che finge di tutelarli!

Perché non si può recuperare, come si fa in tutto il mondo, trasformando un gioiello del passato in un contenitore per le esigenze presenti? La tutela è nell'abbandono o nel recupero dei beni architettonici? Non si potrebbero mettere a "sistema" gli insediamenti in disuso in un progetto di insieme e farlo "vivere" rendendolo economicamente sostenibile?

Queste le domande che come associazione poniamo ad ogni livello istituzionale da anni rimanendo inascoltati.

Ed allora ancora una volta gridiamo "FATE PRESTO".

Lo gridiamo ai politici locali, che persi nei loro campanilismi non sono capaci di unirsi per chiedere una norma speciale sul governo del territorio e far sì che la Costiera Amalfitana sia ancor più un'isola felice.

Il treno è in corsa, l'occasione potrebbe essere risolvere le criticità emerse con il primo studio del piano di gestione del Sito UNESCO, ed elevare l'Ente gestore, di respiro Europeo, unico referente per l'area, eliminando così mille vincoli e rendo attuative le proposte emerse.

La nostra Storia ce lo impone. La Costiera Amalfitana quale centro culturale del Mediterraneo, esige rispetto ed evoluzione di ampio respiro. Si cerchi con le prossime risorse Europee di Ottenere il meglio per risolvere ataviche problematiche.

Si facciano concorsi internazionali di idee e progettazione e non Bandi riduttivi calati dall'alto senza una logica unitaria, da chi di fatto non vive e non conosce appieno il territorio.

Lo gridiamo alle associazioni di tutela del paesaggio come Italia Nostra, il FAI ed altre che non vogliamo ritenere complici di questa politica della "tutela da cartolina" ma che vogliamo coinvolgere in prima linea nella tutela della costiera così come definita dall'Unesco "è frutto di un paesaggio che nasce dal perfetto equilibrio tra paesaggio antropizzato e paesaggio naturale".

Ed allora FATE PRESTO, tutti nessuno escluso.

Perché non vorremo fra dieci anni ricordare quest'anniversario piangendo il crollo di un intero sistema costiero e non solo di una cartiera...

I consiglieri dell'A.P.C.A.

Leggi anche:

Strada chiusa a Minori per crollo vecchio edificio, era annesso alla cartiera andata in fiamme a ottobre

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Positano Notizie!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie di Positano Notizie, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Territorio e Ambiente

Territorio e Ambiente

Grotte di Pertosa e Auletta: una video guida per i non udenti

Una video guida per i non udenti permetterà di visitare le Grotte di Pertosa e Auletta, potendo godere di tutte le informazioni utili, fornite dagli accompagnatori-traghettatori delle Grotte. Si chiama LIS Grotte di Pertosa-Auletta ed è l'app, scaricabile gratuitamente da App Store e Play Store, che...

Territorio e Ambiente

Maiori piange la scomparsa di Mariarosaria Mennella, madre del caposquadra dei Vigili del Fuoco

È venuta a mancare all'affetto dei suoi cari la signora Mariarosaria Mennella di Maiori. Ne danno il triste annuncio i figli Enzo, Giuseppe e Giovanni, le nuore, i fratelli, la sorella, i cognati, i nipoti, la pronipote e i parenti tutti. Mamma del caposquadra del distaccamento dei Vigili del Fuoco di...

Territorio e Ambiente

A Positano molo torna agibile, riprendono collegamenti Travelmar

Dopo i lavori di ripristino del molo "Leonide Massine", sono stati ripristinati i collegamenti marittimi Travelmar anche a Positano. «Dopo aver fissato un incontro con la Regione Campania si è effettuato un sopralluogo sul molo di Positano, coinvolgendo anche le compagnie di navigazione che hanno rappresentato...

Territorio e Ambiente

Rifacimento asfalto a Praiano, Sindaco proroga ordinanza al 17 giugno

Con l'Ordinanza Sindacale n. 26/2021 di oggi, 11 giugno, il Comune di Praiano proroga la vecchia ordinanza (n.23/2021) per consentire le operazioni di rifacimento del manto stradale. Con decorrenza da lunedì 14 giugno 2021, alle ore 04:00 e fino al mattino di giovedì 17 giugno 2021, lungo la SS163 nel...

Air Bee il nuovo sistema per la purificazione dell'aria in gradi di abbattere fino al 99,7% delle cariche virali nell'aria e sulle superficiSal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera AmalfitanaEGEA energie del territorio, il nuovo operatore green della Costiera Amalfitana: l'energia verde prende formaLI.RA TV Salerno, il portale news della TV in Provincia di Salerno e in Campania, Costiera Amalfitana, Cilento, Napoli, Avellino, Caserta, BeneventoCardine SRL social page, rocciatori, lavori in quota, messa in sicurezza post frana, ripristino pareti roccioseLo compro a Sorrento - Positano NotizieVendita, fornitura e assistenza di macchine per caffè, cialde, caffè in capsule, Caffè Granato la garanzia di un espresso di assoluta eccellenza in Costiera AmalfitanaBasilico Italia Sorrento, Pizza, Pasta, Cuoppo, Italian gourmet, ristorante, presidio di gusto in penisola sorrentinaUmberto Carro Fashion Store Positano